Book description

Book info

Author
Title
eBook formatPaperback, (torrent)En
PublisherDiogenes Verlag
File size5.5 Mb
GanreEuropean Literature
Release date 01.09.1998
ISBN9783257230673
Pages count140
Book rating4.21 (78 votes)
 rate rate rate rate rate
Il titolo esprime la sensazione che ho provato durante la lettura: un caos di vicende assurde e impossibili, di personaggi grotteschi che compiono azioni tanto prive di senso da divenire credibili, salti improvvisi da un personaggio a un altro, da una storia all’altra senza soluzione di continuità. Questo è il motivo per il quale pensavo di dare tre stelle. Poi ho capito: non posso fermarmi alle mie difficoltà di lettura quando ho di fronte un’opera assolutamente geniale, in cui ci sono picchi di (amara) ironia, in cui sono trattati temi fondamentali con una modernità ed una intelligenza strabilianti; è una lettura molto difficile perché non vi sono regole né logica, solo non senso e paradosso, che però, se nell’attimo in cui leggi ti senti sbalestrato, in una visione complessiva sono più efficaci di un trattato rigorosamente razionale. Non posso non pensare e restare ammirata dal genio di Durrenmatt.
Il centro terapeutico Casa della povertà, creato nella Valle del Caos, funziona come casa di riposo e villeggiatura per milionari che sono stanchi di vivere da ricchi e desiderosi di guadagnarsi il paradiso tramite la grazia divina, dono che, secondo il teologo Moses Melker, tocca a loro perché i poveri sono già di diritto nel regno dei cieli. Il ricco è infelice perché possiede, la ricchezza è “la croce dei cristiani” (ditelo al governatore Formigoni, lui ne sa qualcosa) e l’afflizione è il loro destino, la luce della grazia divina è esclusivamente destinata ad essi.
Ma c’è chi merita ancor più la bontà divina: “Se i poveri e gli affamati vanno nel regno dei cieli perché il Grande Vecchio ha compassione dei poveri diavoli, e i ricchi solo perché a lui non resta altro che essere misericordioso, allora voi ….. la feccia dell’umanità, i criminali….. siete gli unici a meritare il regno dei cieli, siete la sua gioia, il suo orgoglio, le lodi che egli intona da sé…. Per i poveri e per i ricchi, ma anche per i giusti in eterno, che tutt’al più arrivano alla frode fiscale, al riciclaggio di denaro, al ritiro della patente e alla politica, lui è il buon caro Vecchio che lascia correre, ma per voi è l’inesorabile boss…”
In questo mondo a rovescio, dove chi governa le vite degli uomini non è il Dio con la barba del vecchio testamento, ma Il Dio senza barba, il Grande Vecchio che si comporta come un burattinaio cieco sui destini degli uomini, il paradosso e l’assurdo sono la regola, inutile cercare una logica o un senso perché amaramente “il bene e il male, tutto aveva avuto origine da un unico capriccio creatore”.
Non avrebbe senso parlare di un finale a sorpresa, perché in Durrenmatt –e soprattutto in quest’opera, l’ultima da lui scritta prima di morire- non può usarsi questa espressione “classica”; mi limito a dire che alla fine viene lasciato aperto uno spiraglio di uscita e di salvezza per l’umanità folle della Valle del Caos, con la speranza nel futuro di cui abbiamo tanto bisogno.

Tags: download, friedrich dürrenmatt, ebook, epub, durcheinandertal

download Friedrich Dürrenmatt Durcheinandertal EPUB

From author

Download from partner sites